Scale a chiocciola, come scegliere quella adatta a te

Sei in cerca di una scala a chiocciola? In questa guida vogliamo aiutarti a individuare quella che fa a caso tuo, spiegandoti tra quali materiali e forme puoi scegliere!

 

La scala a chiocchiola ha una struttura tipica, quella a spirale. Una scala però è sempre divesa dall’altra grazie a varie personalizzazioni come l’ampiezza e la forma dello scalino, il colore, il materiale utilizzato, la larghezza, le varie finiture etc.

 

I materiali tra cui scegliere sono tanti. Si può optare per il legno, il cristallo, l’acciaio, la fibra di vetro, il policarbonato etc. Tutto dipende dal budget a disposizione, i vostri gusti e come intendete arredare il resto della casa.

 

Perché scegliere una scala a chiocciola?

 

Per motivi di spazio. Una scala a chiocciola è scelta spesso per motivi di spazio. La dove una scala a giorno non può entrarci a causa di quanto occupa, ecco che la scala a chiocciola risolve il problema perché entra in circa 1 metro quadrato.

 

Per motivi estetici. La scala a chiocciola può essere scelta per motivi estetici ed ecco che in ambienti più spaziosi le sue dimensioni diventano decisamente più imponenti.

 

Infinite personalizzazioni

Il bello della scala a chiocciola è che si presta a tantissimi tipi di personalizzazione. Potete giocare con i vari effetti grazie ai colori e i materiali. Grazie alle scoperte continue nel settore, si possono trovare soluzioni sempre nuove.

Le scale a chiocciola sono realizzate sempre a misura d’uomo. Scalini non troppo stretti, stabili e dalle forme che si preferiscono. E’ possibile ovviamente scegliere anche la distanza tra l’uno e l’altro.

Le infinite personalizzazioni derivano dalla possibilità di scegliere:

  • Dimensioni
  • Forme
  • Materiali
  • Colori

Questo chiaramente mantenendo stabilità nella struttura. Infine, ricordatevi che possono essere utilizzate anche su balconi e terrazzi. Se usati i giusti materiali sono resistenti a pioggia e umidità.