Guadagnare spazio utilizzando supporti per tv

Possedere una casa piccola non è necessariamente un fattore negativo: richiede meno fatica per le pulizie ed è più facile da arredare. L’unica cosa è che, se l’arredamento non è pensato e ragionato correttamente, si rischia di perdere spazio, ed è un problema non da poco.

Il televisore è un oggetto che negli anni ha assunto dimensioni sempre maggiori, e che oggi non occupa più una superficie piccola, bensì uno spazio considerevole. Progettare un giusto posizionamento di questo elettrodomestico non è quindi tempo sprecato, e non è neanche un compito difficile dato che è possibile utilizzare dei semplici supporti per televisori, tramite i quali fissare l’apparecchio al muro o al soffitto in poche e semplici mosse.

Quali tipi di supporto è possibile acquistare?

I supporti più venduti sono senza dubbio quelli che consentono di fissare il televisore alla parete, ma in caso di luoghi ampi all’interno dei quali deve essere visibile a distanze maggiori può tornare utile fissarlo al soffitto.

In entrambi i casi è possibile optare per due alternative: i supporti fissi o quelli mobili.

I supporti fissi, una volta montati alla parete, non permettono all’apparecchio di muoversi in alcun modo.

I supporti mobili invece hanno un valore aggiunto, in quanto è possibile girare o inclinare (entro certi limiti ovviamente) il televisore semplicemente spostandolo manualmente o, in alcuni casi, utilizzando un apposito telecomando fornito al momento dell’acquisto. In questo caso se il posizionamento sarà effettuato in modo accorto, sarà garantita un’ottima visuale in ogni parte della stanza, senza dover sacrificarsi in alcun modo.

Inoltre esiste un terzo tipo di supporto per televisore, ovvero quelli a “colonna”, che sono in tutto e per tutto dei mobiletti piacevoli da vedere e spesso muniti di comodi ripiani che integrano, nella parte alta, una lamina in metallo dedita al fissaggio del tv.

A cosa è necessario prestare attenzione durante l’acquisto?

Ovviamente ogni televisore ha bisogno di un certo modello di supporto, che varia in base al peso ed alle misure che sono facilmente riscontrabili sulla confezione e/o sul libretto di istruzioni presento all’interno.

Il peso deve essere inferiore al massimo supportato dalla staffa in metallo, altrimenti non è garantita una stabilità sufficiente a mantenerla sospesa (e se anche inizialmente potrebbe sembrare che piccoli supporti riescano a sorreggere televisori di grandi dimensioni, non è detto che l’efficienza venga a mancare nel tempo!).

Quando parlo di misure, invece, mi riferisco a quelle dello standard VESA, le quali indicano quale distanza deve intercorrere tra i fori presenti sulla piastra di bloccaggio che dovrà essere fissata sul retro del dispositivo.

Inoltre, per i moderni elettrodomestici che assumono una forma leggermente incurvata, sono stati studiati appositi supporti che seguono la particolare curva, garantendo una aderenza totale e non parziale.

A quale prezzo è possibile acquistare un supporto?

A questa domanda non è possibile dare una risposta precisa, in quanto si trovano in commercio modelli più economici con una spesa di circa 20 € fino ad arrivare a quelli più solidi e moderni che costano più di 100 €.

Il mercato offre quindi molte possibilità, tutto sta a decidere qual è quella giusta per voi!