Come liberare uno scarico intasato: 4 sistemi da provare subito

Il filo di ferro

Quando l’acqua del lavandino non scorre come dovrebbe, puoi provare a togliere l’ingorgo che si è creato da sola senza per forza chiamare un idraulico Milano. La prima cosa da fare è togliere il tappo del lavello e infilare nel tubo un filo di ferro con cui crei un piccolo uncino all’estremità e muoverlo su e giù per togliere il blocco. Se non hai del filo di ferro puoi usare una gruccia del lavasecco che può esser smontate e resa dritta. Puoi anche provare a usare un ferro per fare a maglia ma questo potrebbero rompersi e peggiorare la situazione.

L’acqua calda e lo stura lavandini

Spesso l’ingorgo è formato da residui che si sono solidificati all’interno dei tubi, in particolar modo se si tratta di vecchi tubi in metallo. Usare lo stura lavandini è sempre una soluzione valida ma per migliorare la sua efficacia puoi versare dentro nel lavandino una bella pentola di acqua bollente che scioglie ogni genere di residuo oleoso e grasso.

Il bicarbonato e l’aceto

Il bicarbonato di sodio è un portento nelle pulizie di casa e allora ecco che lo ritroviamo anche tra gli ingredienti per sturare gli scarichi. Assieme a ingredienti acidi come l’aceto bianco / di mele o anche il succo di limone, il bicarbonato crea una reazione chimica: ottieni una schiuma sgrassante molto potente. Allora versa del bicarbonato nello carico e fallo seguire dall’aceto bianco così da creare la reazione chimica. Lascia agire anche tutta la notte e il mattino successivo versa dell’acqua bollente: vedrai che l’ingorgo non ci sarà più come se fosse intervenuto un idraulico Milano.

Le bibite gasate

Molti non sanno che le bibite gasate sono dannose per la salute di bocca, denti e stomaco perché sono corrosive, ma si tratta di un fattore che può tornarti utile nel momento in cui il lavandino ha un blocco che impedisce all’acqua di scorrere. Invece di metterla in tavola, prendi la cola e buttala giù nello scarico ostruito.