2 stili di arredo fuori dai soliti schemi

Oltre ai soliti stili visti come il moderno, il classico o il rustico, ci sono moltissime altre possibilità di arredi che forse non sono adatti a tutti poiché il risultato può essere un po’ eccessivo per molti. Chi è appassionato di arredo può trovare invece che queste proposte siano belle e decidere di realizzarle durante la ristrutturazione casa Roma.

Il modernariato

Uno stile che è davvero molto bello da vedere e denota una persona di forte carattere è quello che ha accomuna mobili un po’ retrò a dei pezzi di design e modernariato, che è proprio questo: un mobile vecchio a cui è stata data una seconda possibilità grazie soprattutto a riverniciatura spesso con colori pop e designi geometrici da farsi con il nastro carta (basta cercare un tutorial online per prendere ispirazione).  Nasce un po’ dalla necessità di personalizzare una casa, spesso in affitto, con arredi e pavimenti un po’ datata con dei design molto classici come la spina di pesce o la spina ungherese ma diventa oggi una combinazione davvero apprezzabile facile da realizzare dirigendo in questo senso i lavori di ristrutturazione casa Roma. Va detto che è pur sempre meglio che dietro ci sia un regista che ama molto l’arredo e dedichi del tempo alla ricerca di pezzi da aggiungere e a lavori di recupero.

I materiali di recupero

Un altro Sile di arredo che oggi è molto in voga è quello che vien realizzato tutto con dei materiali di recupero. Succede che cassette della frutta in legno, contenitori in plastica, pallet e altre cose diventano mobili partendo dalla parete attrezzata del soggiorno fino anche alla base del letto o alla base del lavandino. È meglio essere molto abili nel bricolage per avere un risultato da copertina, anche grazie all’indirizzamento che viene dato ai lavori di ristrutturazione casa Roma prediligendo, per esempio, dei pavimenti in legno, o finto tale, che mettano in risalto le naturali venature grazie a listelli di grandi dimensione una posa naturale come quella classica chiamata “a correre”.