Olimpiadi invernali 2018: altra medaglia per Arianna Fontana

Dalle olimpiadi invernali di Pyeongchang è arrivata un’altra medaglia per la nazionale azzurra. A vincerla è ancora una volta è la nazionale di pattinaggio su ghiaccio di velocità femminile, guidata dalla già iridata Arianna Fontana, che ha conquistato la medaglia di bronzo nella staffetta dello short track sulla distanza dei 3000 metri.

Penalità per Cina e Canada, medaglia d’oro alla Corea del Sud

La vittoria è andata alla Corea del Sud, che con la sua atleta ha scatenato un tamponamento a pochi giri dalla conclusione che ha cambiato in maniera determinate l’esito della finale: infatti nella caduta viene coinvolto il Canada, mentre l’Italia è costretta ad aspettare un giro per evitare una caduta: Seconda sul traguardo è la Cina, con la nazionale azzurra sul gradino più basso del podio.

Tuttavia la giuria ha squalificato Canada e Cina per scorrettezze, col risultato che l’Italia scala al secondo gradino del podio, conquistando un argento inaspettato. Bronzo all’Olanda, vincitrice della finale B e detentrice del nuovo record del mondo.

Per la nazionale azzurra di pattinaggio, formata da Arianna Fontana, Martina Valcepina, Cecilia Maffei e Lucia Peretti, la medaglia d’argento segue i due bronzi delle olimpiadi invernali di Sochi e Torino, rispettivamente ottenuti nel 2014 e nel 2006.

Per quanto riguarda in particolare la Fontana, la seconda medaglia iridata le ha fatto raggiungere quota 8 complessive in carriera. Inoltre l’atleta azzurra avrà la possibilità di migliorare il proprio palmares: infatti la nostra portabandiera si è qualificata per la fase finale dei 1000 metri.

Altra medaglia azzurra dal biathlon maschile

Altro bronzo conquistato dagli atleti azzurri in queste olimpiadi invernali proviene invece dalla staffetta di biathlon misto, con Dominik Windisch che conquista il terzo posto. Il merito dell’impresa va anche agli altri frazionisti, vale a dire Lukas Hofer, Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, che si sono messi alle spalle gli avversari tedeschi.

Al primo posto invece si è classificata la Norvegia, mentre il secondo gradino del podio è andato alla Francia.

Le gare di sci alpino di discesa libera: le azzurre pronte a dar battaglia

Per quanto riguarda invece le altre gare delle olimpiadi invernali 2018, grandi risultati si aspettano dalle sciatrici alpine azzurre, e in particolare da Sofia Goggia: nella notte infatti Nadia Fanchini, Nicol Delago, Johanna Schnarf, e la stessa Goggia sono chiamate a disputare la finale di discesa libera femminile, in programma il 21 febbraio prossimo.

La classifica provvisoria vede in testa l’austriaca Ramona Siebenhofer, mentre seconda classificata è la svizzera Michelle Gisin; terza invece l’azzurra Fanchini, distante 21 centesimi dal vertice, che si è messa alle spalle la favorita per l’oro, ossia l’americana Lindsey Vonn.

Per quanto riguarda le altre atlete italiane, Nicol Delago ha conquistato l’ottavo posto, mentre nona classificata è Johanna Schnarf. Undicesima invece Sofia Goggia, che sembra non ver rischiato molto per poter poi dare fondo a tutta la sua grinta per conquistare una medaglia iridata.

Fuori dalla finale di discesa libere le azzurre Marta Bassino e Federica Brignone, con la prima che ha risparmiato energie per concentrarsi sulla combinata. Altra atleta ritiratasi è la statunitense Mikaela Shiffrin, che ha preferito anch’essa preservarsi per la prova della combinata, prevista per giovedì prossimo.