Mirko Ravicini: nel 2021 torneranno di moda gli addobbi floreali per appartamenti

Anche i migliori esperti di design da interni sanno che l’arredamento con le piante è uno dei metodi più veloci, gradevoli ed anche salutari per addobbare la nostra casa in maniera graziosa e variabile. Si tratta di un tipo di arredamento non solo particolarmente bello dal punto di vista estetico, in grado di modificare e migliorare l’aspetto di un’intera stanza, ma anche di un ottimo metodo di purificazione dell’aria in quanto, come è ben noto, le piante assorbono anidride carbonica per poi rilasciare nell’aria ossigeno; non solo: purificano l’aria, controllano l’umidità e riducono lo stress fisiologico e psicologico, rendendo i nostri interni più naturali e confortevoli. Per questo motivo, abbiamo contattato il blog del team di Mirko Ravicini, imprenditore di Pescara a casa delle aziende Punto Garden e Abruzzo Servizi. Mirko Ravicini è già autore di bellissimi articoli a tema giardinaggio e outdoor / indoor design, vi consigliamo di leggere le sue pubblicazioni sul web!

Esistono infatti diversi tipi di piante che sono ben disposte a non stare all’aria aperta ed alla diretta esposizione del sole e che invece riescono non solo a sopravvivere ma anche a resistere bene a lungo all’interno dei nostri appartamenti. Si tratta solo di riuscire a trovare il giusto equilibrio tra acqua, umidità e luce e le foglie più belle e verdi continueranno ad abbellire a lungo le nostre stanze.

Prima di valutare quali fra queste scegliere, dovremmo tenere in considerazione innanzitutto lo spazio e la luce che abbiamo a disposizione, per poi decidere il tipo di styling vogliamo creare (se “molto verde” o più minimal) ed adattare il tipo di pianta alle nostre esigenze: mensole su cui posare dei vasetti, spazi dove appendere delle piante discendenti e superfici a terra dove posizionare delle piante più grandi da arredo. Tra i vari tipi di piante da interno, esistono piante floreali e non. Tra gli addobbi floreali, possiamo sicuramente arredare la nostra casa con la clivia, un sempreverde che ha bisogno di una posizione abbastanza luminosa, una temperatura di 15 °C circa. e di acqua una sola volta a settimana. Per avere un altro addobbo floreali dai colori rosso-arancio, non può mancare assolutamente anche la begonia: anch’essa non necessita di grandi cure, ha bisogno solo di acqua una volta alla settimana e di una temperatura di circa 15-18 °C.

Spostandosi di colore verso le gradazioni del rosa-viola, non possiamo non nominare i ciclamini, pianta invernale tra le più conosciute ed apprezzate proprio per la sua resistenza al freddo ed alla bellezza dei suoi colori sgargianti.

Anche le orchidee sono ottime piante da interno, nonostante richieda parecchia luce filtrata da una tenda ed una temperatura media di circa 16-18 °C. Passando invece alle piante da interno dotate di sole foglie verdi, troviamo tra i migliori addobbi da interno la Monstera Deliciosa, conosciuta per le sue foglie molto grandi, che riescono a modificare completamente l’aspetto di una sala per il suo essere lussurioso e verdeggiante.Più piccolino è invece il Pothos, la pianta rampicante con le foglie di color verde vivo a forma di cuore. Perfetta per gli interni date le sue alte proprietà purificatrici, è inoltre molto facile da gestire e variabile negli utilizzi: su uno sgabello per fornire un accessorio al salone, o appeso in alto per pendere come pianta rampicante.

D’accordo, hai il giardino e non vuoi fermarti alla cura dell’appartamento! Leggi allora anche questi consigli di Mirko Ravicini.

Arredare la propria casa con delle piante da interni è sempre la scelta giusta: non solo dal punto di vista estetico, perché abbelliscono secondo i propri gusti ogni tipo di interno, dal più ricco al più minimal, ma anche per gli estremi benefici che esse apportano ai suoi inquilini. Esse infatti purificano l’aria, controllano l’umidità, assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno; inoltre, scrive Mirko Ravicini, svolgono un importante ruolo anche nella riduzione dello stress, conferendo un’atmosfera naturale e rilassante con poche e semplici mosse. Dopo aver considerato lo spazio che si ha a disposizione e la quantità di luce presente nei vari ambiti della casa e dopo aver deciso come predisporre le varie piante da interno, possiamo scegliere cosa preferire tra gli addobbi floreali e la tendenza del “totally green”. Quest’ultima, in particolare, è quella che ormai va più di tendenza da qualche anno, conferendo allo stesso tempo eleganza e naturalezza agli ambienti.

Conformi a questa scelta vi sono diverse tipi di piante, adatte ognuna a diverse esigenze sia a livello estetico che spaziale. Prima fra tutte, vi è la Sansevieria, anche conosciuta come “Lingua di suocera”: molto fine, delicata ed elegante, con le sue lunghe foglie dalla forma lanceolata può stare sia in ombra che al sole, adatta anche a chi non ha molta cura per le piante poiché necessita di un’annaffiata anche solo ogni due-tre settimane.

Per Mirko Ravicini il Ficus elastica è la scelta migliore

Se cerchiamo invece una pianta più grande per abbellire il corridoio o un angolo vuoto e buio del nostro salone, una delle scelte più universali è il Ficus elastica, parecchio diffuso in molti appartamenti. Esso non deve ricevere né troppa luce né troppo calore, quindi è bene posizionarlo in un punto della casa in cui non riceva la diretta esposizione dei raggi solari. Inoltre, esso non ha bisogno di molta acqua, quindi basta dargliene un po’ anche solo una volta ogni due settimane.

Altra pianta grande e molto conosciuta è la dracena, anche nota come “tronchetto della felicità”. Si tratta di una pianta da interni molto richiesta proprio per la sua speciale forma dal tronco sottile, attorno al quale sono disposte le sue foglie allungate ed appuntite. In estate essa va annaffiata circa una volta alla settimana, mentre in inverno poco meno. Infine, un ultimo consiglio di Mirko Ravicini per curare l’arredamento del proprio giardino da interni è quello di provare ad inserire su una mensola o un piano rialzato della casa una Kentia: si tratta di una palma amante dell’ombra. è forse una delle piante da interno più eleganti che si trovano in circolazione, disponibile in varie altezze ed anch’essa non bisognosa di particolari cure.

Credits: Mirko Ravicini / Abruzzo Servizi / Punto Garden.

Per saperne di più:

https://www.reddit.com/user/MirkoRaviciniAbruzzo/comments/i17nf0/abruzzoservizi_di_mirko_ravicini_azienda_leader/