Infestazione di tipi: come riconoscerla e quali rimedi adottare

Come riconoscere la presenza di topi

Ci sono dei metodi per poter individuale la presenza di topi e ratti in casa ma anche in magazzino, in azienda, in negozio etc. I ratti spesso si muovono di notte e perciò se si avvertono dei rumori tipici di graffi. I tatti neri sono in grado di arrampicarsi e spesso si vanno a mettere nel tetto dove per passare graffiano e si fanno strada in questo modo. Un secondo campanello di allarme potrebbe essere il ritrovamento di escrementi. I topo producono molti escrementi che sono ci colore scuro e hanno la forma di un grande chicco di riso. La presenza di nidi e tane è il segno inconfondibile che serve al più presto un intervento di derattizzazione a Roma. I topi, i topolini e i ratti creano i loro nidi usando principalmente materiale triturato cioè con pezzi di carta, cartone, tessili e anche plastica. Se si nota un ammasso di questi materiali può essere che vi sia la tana di topi.

Quali metodi adottare

Per un’efficace derattizzazione a Roma, si possono usare diversi metodi. Come prima cosa per evitare la presenza di questi infestanti, è bene pulire e avere tutto in ordine, soprattutto in cantina nonché nel sottotetto. C’è chi piazza dei bocconi avvelenati che il topo ingerisce e poi muore ma si tratta di un sistema che è consigliabile evitare se ci sono animali domestici in casa. Inoltre, il boccone ha effetto su un topo solo, lasciando intatto il suo nido. Los tesso discorso vale per le trappole che sono in grado di prendere solo un ratto per volta perciò è un metodo non ottimo quando l’infestazione è piuttosto estesa e grave. Il sistema che risulta migliore contro i topi è l’uso di pesticidi che vanno maneggiati solo dall’esperto personale della derattizzazione a Roma. Forse porrebbe esser necessario lasciare la casa per uno o due giorni per evitare intossicazioni. Per evitare che i topi si avvicinino, il gatto resta sempre un buon aiuto.