Come avviene la compravendita di orologi vintage: quello che ancora non sapervi

Un negozio che opera nel settore del compro oro spesso si occupa anche di comprare un rolex a Roma in modo che il privato che lo vende ha un guadagno immediato. Ecco quali sono le fasi che consentono di effettuare una vendita presso questi istituti.

Che cosa portare

Presso un negozio di compro oro e compro Rolex si possono portare diversi oggetti per avere un guadagno. In primis, gli orologi, ovviamente, meglio se antichi e di brand prestigiosi. Dunque non solo Rolex, ma è possibile avere un ricavo anche dalla vendita di altri orologi firmati. È possibile guadagnare anche dalla vendita di preziosi come gioielli e anche altri oggetti realizzati in metalli preziosi come oro, argento e pure platino, i quali hanno un ottimo valore.

Come avviene la fase della valutazione

Ala fase che consente di assegnare un valore a un orologio Rolex o altri oggetti è quella della valutazione. Nel caso degli orologi, i criteri son il marchio e il modello, meglio se antico perché meno numerosi rispetti ad altri più moderni.  Concorrono alla valutazione anche l’anno di realizzazione e i materiali usati.

Come avviene il pagamento

In un negozio di compro oro e Rolex a Roma il pagamento avvien subito dopo la valutazione senza attese. Si tratta dell’unica occasione esistente di avere un guadagno immediato senza alcun fatica. Il denaro ricevuto come corrispettivo è libero da ogni genere di tassa e vincolo in maniera da utilizzarlo per ogni tipo di esigenza personale e famigliare.

Quali sono le norme anti riciclaggio

Nel settore dei compro che consentono anche di comprare un rolex a Roma, vigono delle particolari norme che hanno lo scopo di evitare il riciclaggio di merce rubata sia in case private che in negozi. Per questo motivo, ogni nuovo cliente viene registrato così come accade a tutti gli oggetti che porta con sé per la vendita. Sarebbe anche opportuno portare dei documenti che possano attestare la proprietà come fattura e di vendita o scontrini, ove possibile. Un buon negozio ha stipulato una convenzione con l’arma nazionale dei carabinieri.