Bebè in arrivo? Ecco perché scegliere uno scaldabiberon

Un bebè, si sa, sconvolge i ritmi della casa…anche in cucina! Attrezzarsi per riuscire a soddisfare al meglio tutte le sue esigenze così diventa essenziale, soprattutto se si ha poco tempo a disposizione o si è alle prime armi con poppate e svezzamento. Per fortuna, il mondo degli elettrodomestici offre oggi tantissime soluzioni a prove di neomamme: lo scaldabiberon è una, forse la più importante, tra queste.

 

Addio microonde o bagnomaria: tutti i vantaggi dello scaldabiberon

Come dice il nome stesso, è un elettrodomestico pensato appositamente per scaldare i biberon in tutta facilità e sicurezza. Anche se ci sono scaldabiberon progettati, in realtà, per accompagnare mamma e bambino per un periodo più lungo, dal momento che permettono di scaldare anche omogeneizzati e pappine. Nella lista di alleati strategici per i primi mesi dopo il parto, insomma, non dovrebbe mai mancarne uno. Tanto più che lo scaldabiberon ha innumerevoli vantaggi rispetto alle altre tecniche comunemente utilizzate per riscaldare latte e prime pappe del bebè, come il bagnomaria o il microonde. Anche senza soffermarsi alle questioni di sicurezza, va considerato innanzitutto che questi due metodi sono decisamente agée. Non permettono, per esempio, di assicurarsi che il latte sia della temperatura giusta (o, peggio, costringono alla famosa quanto inutile prova sulla pelle!), cosa che invece i più moderni scaldabiberon, specie se digitali, permettono grazie a schermi pensati ad hoc. E, sempre a proposito di temperatura, non permettono di mantenere il biberon a una costante per tutta la durata della poppata…che, si sa, in alcuni casi può essere anche molto lunga! Più in generale, comunque, gli scaldabiberon di ultima generazione sono pensati per facilitare la vita delle mamme, specie se lavorano, hanno poco tempo a disposizione o altri figli a cui badare. La maggior parte sono dotati, infatti, di sistemi automatici di spegnimento che permettono di selezionare la temperatura desiderata e, un volta raggiunta, mantenerla fino a quando il biberon non sarà usato. In qualche caso hanno addirittura schermi dalla tecnologia più avanzata e funzioni diverse tra cui poter scegliere, senza contare che alcuni modelli sono dotati di un sistema sonoro che avvisa quando il biberon con il latte pronto. Come si accennava, poi, si possono scegliere modelli con bocchetta più grande, adatti a essere utilizzati anche più in là nello svezzamento quando servirà riscaldare pappe e omogeneizzati. E ci sono persino scaldabiberon portatili, molto utili quando si è fuori casa e che a seconda del modello e se dotati dell’apposito sistema di alimentazione funzionano anche in macchina. Superfluo ribadire, invece, che uno dei fattori più importanti da considerare nella scelta dello scaldabiberon è quello sicurezza: perché destinati a essere utilizzati alla presenza di bambini, è importante che rispettino alti standard e che abbiano, per esempio, una scocca protettiva che non si surriscaldi diventando pericolosa in caso di distrazione o di eventuale contatto con il bambino. Affidarsi a una delle tante aziende con esperienza nel settore dei prodotti per l’infanzi è una buona garanzia, in questo senso, se si cerca un prodotto di qualità, sicuro e dai risultati assicurati.