Tattoo cover up: che cosa sono e come si realizzano

Tante volte in uno studio di tatuaggi capino delle persone che hanno dei tattoo che non piacciono più. Si può coprire un vecchio tatuaggio con la tecnica del cover up.

Quando richiedere un tattoo cover up

Ci sono tinte situazioni in cui in studio capita di ricevere richieste per un tattoo cover up. Un tatuaggio fatto in tempi passati può oggi essersi rovinato per diverse ragioni e aver perso la sua forma originale oppure si scolorito molto. Chi si è fatto fare un tattoo con degli inchiostri scadenti può oggi avere delle macchie di colore senza alcuna forma. Capita che il tatuaggio sia semplicemente andato fuori moda. In altri casi, il tattoo realizzato può non avere più nessun significato. Chi ha tattoo un tatuaggio di coppia, o ha scritto il nome della moglie può volerlo togliere perché la relazione è finita. Inoltre, ci sono tatuaggi fatti davvero molto male che sono brutti da vedere e si può risolvere la situazione grazie al cover up. Spesso ci sono persone che si restano come cavie per a dei tatuatori amici poco esperti che spesso fano un vero disastro.

Come si fa un cover up

Il tatuaggio che si fa per coprire uno vecchio che per diverse ragioni non si vuole più ha certe caratteristiche imprescindibili. Anzitutto, è ovvio che il tatto sarà più grande per coprire totalmente il vecchio disegno. Spesso capita che il tatuaggio abbia toni scuri per poter inglobare quello precedente e non farlo più vedere. per il resto c’è abbastanza libera scelta: si può decidere che tipo di disegno si vuole e in che stile realizzarlo. Sarà però il tatuatore che indica alcuni accorgimenti perché il risultato sia perfetto e soddisfacente, perciò meglio non incaponirsi su un disegno in particolare con certi dettagli perché il tatuare potrebbe leggermente modificarli. Il cover up ha un costo un po’ più alto e richiede diverso lavoro, soprattutto se il vecchio tattoo è grande di suo.

Per ricevere subito maggiori dettagli, fai click qui www.tatuaggimilano.com